Consigli classici e…novità

A cura del Dr Luca Mazelli
L’estate ha mille lati positivi, ma ne nasconde anche alcuni che ci portano tutt’altro che benefici: il clima caldo e la particolare inclinazione dei raggi solari può incidere negativamente sul nostro viso. Come proteggere la nostra pelle?
In prima battuta sicuramente un’adeguata protezione solare è quello che ci vuole: il sole è una delle principali cause dell’invecchiamento della nostra pelle, di conseguenza spalmarci una giusta quantità (e qualità) di crema solare ogni mattina (e possibilmente anche il pomeriggio) è il primo consiglio che si può dare. Va specificato che, se possibile, sarebbe consigliabile esporsi alla luce solare, senza filtro solare, una mezzoretta al giorno, per permettere un’adeguata sintesi di Vitamina D, preferibilmente nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio, quando i raggi solari non sono così dannosi.
Al giorno d’oggi proteggerci dal sole non basta.
Se la crema solare era tutto ciò che ci potevamo permettere qualche anno fa, la medicina odierna ci consente, oltre che difenderci dagli attacchi esterni, anche di rallentare l’invecchiamento del nostro corpo, e in questo caso del nostro viso.
Per fare questo è necessario recarsi presso uno studio di medicina estetica ed affidarsi a dei seri professionisti, che sapranno consigliarvi trattamenti ambulatoriali, domiciliari o integratori alimentari che fanno al caso vostro.
Nello specifico presso gli ambulatori medici Biosphera Med parallelamente alla normale biorivitalizzazione, ossia micro e molteplici iniezioni di acido ialuronico in forma libera ed eventuali antiossidanti, in aggiunta ai migliori consigli preventivi e alle delucidazioni sui più efficaci integratori nutrizionali utilizzabili, i nostri medici estetici utilizzano nuove molecole bioristrutturanti: tecnologie ancor meno invasive dei classici biorivitalizzanti, capaci di dare risultati migliori sottoponendosi a meno sedute, pochissime microiniezioni (rispetto alle numerosissime dei normali biorivitalizzanti), minor rischio di sanguinamento ed ematomi, grandi effetti su idratazione e tono.
Cattura2
Il trattamento in oggetto è il biorimodellamento con Profhilo, recente tecnologia, studiata nelle università italiane e prodotta in Svizzera, i cui risultati sono ampiamente diffusi anche da autorevoli riviste a carattere scientifico inerenti la medicina estetica (vedi immagini allegate).

In particolare si riportano gli ottimi risultati ottenuti in termini di idratazione e viscoelasticità dopo solo tre sedute. In aggiunta le microiniezioni vengono eseguite secondo lo schema BAP, una distribuzione iniettiva capace di minimizzare il rischio di sanguinamento, fastidio percepito, e in grado di dare, nel tempo, un vero e proprio effetto lifting.

Cattura1
La medicina estetica è sempre più sinonimo di medicina predittiva, preventiva e potenziativa…e noi abbiamo il dovere, e oggi la possibilità, di custodire il nostro corpo come fosse un tempio sacro.
 
WhatsApp Chatta con noi