trattamenti per lassità cutanee in valcamonica

Radiofrequenza: stop alla cellulite

RADIOFREQUENZA: PREVENZIONE DELLA CELLULITE ED EFFETTO ANTIAGING DEI TESSUTI

a cura del Dr Andrea Battistella

Trattamenti della cellulite a Boario Terme, Valcamonica, Brescia e Bergamo

La radiofrequenza medicale è una tecnologia usata in medicina estetica che, mediante le onde elettromagnetiche, causa l’oscillazione delle molecole che generano attrito con conseguente produzione di calore. L’impiego delle onde elettromagnetiche non è dannoso per la nostra salute (si tratta di radiazioni non ionizzanti) e ha una lunga storia di utilizzo (oltre 70 anni) in diversi campi medici (oculistica, urologia, fisiatria e medicina estetica) e con il tempo ha guadagnato sempre più slancio e popolarità grazie ai suoi effetti benefici.

L’azione elettrotermica induce un riscaldamento controllato del derma e delle zone più profonde provocando cambiamenti microscopici dei tessuti senza danneggiare gli strati esterni della pelle. Viene stimolata la produzione di nuovo collagene e fibroblasti che permettono alla cute di ottenere una migliore elasticità dando un effetto di distensione immediata che aumenta nei mesi seguenti andando a contrastare e rallentare il normale invecchiamento con un effetto antiaging.

Il grado dell’effetto termico prodotto varia in base alle caratteristiche di conduttività del tessuto trattato. Maggiore è l’impedenza del tessuto, maggiore è il calore prodotto. Il tessuto del corpo umano con maggiore impedenza è quello adiposo, quindi a parità di energia applicata genera più calore rispetto ai tessuti circostanti inducendo l’espulsione dei liquidi intracellulari dalle cellule del tessuto adiposo andando a danneggiarle.

La radiofrequenza è anche in grado di rafforzare i vasi e migliorare la circolazione sanguigna e linfatica favorendo l’eliminazione delle tossine e il riassorbimento di liquidi dall’interstizio.

Per queste proprietà la radiofrequenza medica è particolarmente indicata per contrastare il rilassamento cutaneo e la cellulite, più scientificamente detta PEFS (panniculopatia-edemato-fibrosclerotica) riducendo i noduli cellulitici, rimodellando le adiposità localizzate, stimolando il microcircolo superficiale e linfatico con riduzione del gonfiore da stasi e ripristinando il tono cutaneo.

Lo specialista si serve di un generatore di onde elettromagnetiche e mobilizza i tessuti mediante un manipolo che viene passato sulle zone interessate previa applicazione di una crema conduttrice. È possibile trattare tutti i distretti anatomici in cui è presente cellulite e/o lassità cutanea come cosce, glutei, addome e braccia.

Tra i vantaggi della radiofrequenza sottolineiamo la pressoché totale assenza di rischi, di dolore e di disagio, non richiede raffreddamento cutaneo né l’uso di aghi.

Non ci sono controindicazioni per quanto riguarda l’abbronzatura, l’unica controindicazione sono le scottature o i forti arrossamenti, in quanto l’effetto termico della radiofrequenza potrebbe peggiorare la sensazione di bruciore.

Si consiglia di ripetere il trattamento ogni due/tre settimane per una decina di volte consecutive, consentendo così ai tessuti di avere la stimolazione desiderata.

WhatsApp Chatta con noi