Rughe “da sonno”

a cura del Dr Luca Mazelli

Un recente studio pubblicato sull’ Aesthetic Surgery Journal evidenzia come le forze di tensione e di compressione facciale prodotte dal peso della testa appoggiata sul cuscino durante il sonno provochino la comparsa di rughe.

La comparsa e la tipologia di queste rughe sono correlate direttamente al tempo trascorso nelle varie posizioni durante il sonno. Mentre la nostra posizione iniziale è volontaria,  le successive variazioni durante la notte sono spesso assunte inconsciamente. I cambi di posizione diminuiscono con l’andare dell’età, da circa 30 a 15 per notte, con una media di 20.

La posizione laterale è la più comune, seguita da quella supina (“a pancia in su”), mentre la meno frequente è quella prona (“a pancia in giù”).

Mentre alcune di queste rughe “da sonno” vanno a rinforzare ed esaltare le comuni rughe espressive, altre hanno una tendenza esattamente perpendicolare ad esse. La maggior parte delle rughe “da sonno” si possono trovare su fronte, area perizigomatica e terzo inferiore del viso.Foto 18-08-16, 06 07 20

Al contrario delle rughe da espressione, causate dalla contrazione muscolare, le rughe “da sonno” si formano da causa della compressione meccanica durante il sonno, di conseguenza per eliminarle non è possibile usare la tossina botulinica.

Un metodo per rallentare la comparsa di questo tipo di rughe potrebbe essere quella di cercare di dormire preferibilmente in posizione supina, eventualmente aiutati anche da alcuni appositi cuscini. Il medico estetico può più efficacemente aiutarvi ad eliminare questo tipo di rughe con filler dermici di alta qualità a base di acido ialuronico (la tossina botulinica in questo caso non ci viene in aiuto, perché non si tratta di rughe mimiche).

Oltre al trattamento ambulatoriale, il medico estetico vi darà consigli sulla più opportuna crema solare, indicazioni su come smettere o evitare di fumare, e come ottimizzare l’apporto di elementi nutrizionali in senso anti aging.

Data la difficoltà nel cambiare i comportamenti durante il sonno, normalmente i trattamenti ambulatoriali e i consigli medici ad hoc hanno generalmente molto più successo del cercare di prevenire le “rughe da sonno” in autonomia.

WhatsApp Chatta con noi